Beaubourg


Il traffico è l’ora di punta, tu non
sporgerti che nevica non vista / la terza sinfonia di un davanzale
non è più tanto comodo, neppure / il viale che porta solletico, le pulci
al solito passeggio domenicale / e non telefonarmi mentre provo
a scrivere di schegge a piombo / una vertigine di primo novecento
scendi a comprarmi una sete / di quelle che non stanno a sentire
o un tavolo con sedia, rotondi entrambi / un tetto emostatico, il domino a muro
di una strage sbilenca di spie / digli di smettere, cambia la pellicola
togli la mia macchina dal forno.

Andrea Bonazzi – febbraio 2012

Facebook Plusone Linkedin Delicious Twitter

Back to
Like a Knife